Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Archivio Sonoro

Archivio Sonoro della Campania

13 A mete a mete e chi ce vo’ venine

  • Genere: Audio
  • Audio:

  • Descrizione:

    Esecuzione di un canto con sola voce maschile. Il testo viene cantato su distici di endecasillabi e sulle stesse due frasi melodiche di alcuni dei canti precedenti (vedi traccia 09 e 12) ma la tematica in questo caso allude chiaramente a un canto di mietitura. Ecco il testo cantato: A mete a mete e chi ce vo venine/ Io ce so stato e ‘nce voglio tornane/ Caro patrone mio te voglio arricchire/ Comme a ‘nu cane voglio faticane/ Votta ponente mio/ Votta ponente e sole/ Asciuga la cammisa a lo mio amore (A mietere, a mietere chi vuol venire/ Io ci son stato e ci voglio tornare/ Caro padrone mio ti voglio arricchire/ Come un cane voglio faticare/ Spira vento mio/ Spira vento e sole/ Asciuga la camicia del mio amore).

  • Durata: 01:11
  • Data: Martedì, 06 Marzo 1973
  • Luogo: Galluccio
  • Provincia: Caserta
  • Regione: Campania
  • Esecutore: Anonimo: voce maschile
  • Autore: Annabella Rossi