Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Archivio Sonoro

Archivio Sonoro della Puglia

Ti trovi qui:Archivio Sonoro | Archivio Sonoro Puglia | Fondo Rinaldi | Cerignola. Le voci del canto bracciantile | 103 Di quindic’anno mi hanno renghiuso

103 Di quindic’anno mi hanno renghiuso

  • Genere: Audio
  • Audio:

  • Descrizione:

    Testo: Di quindic'anno mi hanno renghiuso 
    sul pagliariccio a farma ripusà 
    è nu dilitto di peno d'infamo 
    di ammazzaro la propria mia spo' 

    Da ricoluso mi hanno vestito 
    una matricolo ch'addossa al mio pe' 
    una matricolo ch'addossa al mio petto 
    addivederci al mondo fenito per me 
    io ho una matricolo ch'addossa al mio petto 
    addivederci o mammo fenito per me 

    Io maledico quell'infamo destina 
    cosi l'amora così comincià 
    a me ni dero di peno d'infamo 
    da ricoluso mi hanno a ppresentà 

    Da ricoluso mi hanno vestito 
    da delinquento mi hann'accusà
    da delinquento mi hann'accusato 
    all'ericasto mi hanno condannà 

    Ho scritto una lettero ai miei genitoro 
    facite prighiero davand'alla mia spo' 
    facite prighiero davand'alla mia sposa 
    chissà dal cielo mi vien'a perdonà 

    Una notto che in sogno a me vieno 
    mi sente di strapparo nel cuoro del mio pe' 
    mia sposo che in sogno mi vieno 
    la volevo de perdonà 
    si mi hai strappata nel cuore al mio petto 
    ma la voleva ne perdonà 

    ricoluso/ recluso; ericasto/ ergastolo

    Canto narrativo che racconta di un fatto delittuoso locale nato da un rapporto d'amore tra due giovani. Il giovane per gelosia uccide la sua sposa e, dopo essere stato condannato all'ergastolo, in prigione si pente e si dispera per l'omicidio commesso.

    Lucia Barbarossa canta una canzone narrativa che dice composta a Cerignola su un fatto realmente accaduto.

  • Durata: 02:50
  • Data: Venerdì, 15 Luglio 1977
  • Luogo: Cerignola
  • Provincia: Foggia
  • Regione: Puglia
  • Esecutore: Lucia Barbarossa (nata nel 1904) bracciante: voce
  • Autore: Alberto Vasciaveo