Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Archivio Sonoro

Archivio Sonoro della Puglia

23 Quattë passë

  • Genere: Audio
  • Audio:

  • Descrizione:

    Quattë passë: danza legata della famiglia delle polke figurate, diffusa negli ambienti agropastorali alla fine del 1800 come altre danze legate. Oltre ad aver acquisito i repertori arcaici, l'organetto è stato il maggior mezzo di diffusione dei nuovi stilemi musicali, fungendo da tramite tra le formazioni di suonatori di strumenti a corda della classe artigiana, e il fare musicale delle campagne. Durante questa registrazione, Antonio Zurlo canta e suona per il puro piacere di farlo, durante una serata di musica e bevute a casa sua a San Vito Dei Normanni. Quando era a casa, in paese o in campagna, era sua abitudine prendere l'organetto e suonare e cantare per se', per sua moglie Rosa e per gli amici di cui si circondava, per i quali casa sua era sempre aperta. Il carattere forte, allegro, l' innata dote di affabulatore, e il suo forte carisma lo rendevano desiderato e ambito in occasioni di feste e riunioni conviviali, per allietare la serata all'interno della sua comunità in cui godeva di un grande prestigio sociale, nonostante in età avanzata avesse quasi perso la vista. La musica ha sempre rivestito un ruolo fondamentale nella sua vita, considerata una pratica inscindibile dal quotidiano, e non come un diversivo; era un mezzo di trasmissione di qualcosa di profondamente personale tramite linguaggi largamente diffusi. Il desiderio di suonare diventava un vero e proprio bisogno quando in età avanzata aveva perso la vista, ed esorcizzava in questo modo la profonda tristezza di non aver avuto figli. Pur non smettendo mai di lavorare dopo la pensione, Antonio ha intensificato l'attività musicale, la sua modalita' d'espressione più profonda e immediata, che lo aiutava a riscattarsi idealmente dal momento in cui fu costretto, per una condizione di povertà, diversa dalla miseria solo per la dignità con cui si sopporta e si combatte comune alle classi bracciantili del nostro recente passato, a vendere l'organetto per acquistare un paio di scarpe, rimanendone privo per diversi anni.

    Data: Novembre 2003

  • Durata: 03:21
  • Luogo: San Vito dei Normanni
  • Provincia: Brindisi
  • Regione: Puglia
  • Esecutore: Antonio Zurlo (Andonjë lu seggiarë): organetto a otto bassi e voce
  • Autore: Giovanni Amati, Annamaria Bagorda