Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Archivio Sonoro

Archivio Sonoro della Campania

37 Addio mia bella addio

  • Genere: Audio
  • Audio:

  • Descrizione:

    Testo: Addio mia bella addio
    ah che partenza ingrata
    lasciarti speme amata
    mi spezza il seno e il cuor

    Sento che già incominciano
    gli occhi miei vuoti a bagnarsi
    e dal dolore si struggono
    le viscere ed il cuor

    Tutto lasciar non curo
    nei bei giardini e i prati
    avi li cumpagni amati
    li lasci con piacer

    Quel capitano di mare
    che guida il bastimento
    acqua o neve o vento 
    coraggio mi farà

    Mar che è così piacevole
    e le acque che ondeggiano
    a sospirarlo placide
    lontano dal caro amor

    Tu sola amor mio
    dovrei lasciar mi spiace
    io sarò capace
    resistere al dolor

    Dammi la mano tenera
    che al seno la voglio stringere
    la prenderò baciandola
    per più conforto al mio cuor.

    Canzone d'amore o "di partenza", eseguita con accompagnamento di chitarra battente. Il testo, in un italiano aulico e letterario, parla di un marinaio che sta per imbarcarsi sul bastimento, lasciando a casa la sua amata. Il brano può essere ascritto al genere ottocentesco dei canti risorgimentali dei soldati in partenza, tra cui la celebre Addio mia bella Addio diffusa su fogli volanti dai moti del 1848, in occasione dello scontro di Curtatone e Montanara, per opera di Carlo Bosi che la intitolò Il volontario che parte per la guerra d’Indipendenza, ma era diffusa in ambito popolare come L’addio del volontario; in sottofondo intervengono altri strumenti che, soprattutto all'inizio, disturbano il cantore, costretto riprendere da capo il canto.

  • Durata: 05:50
  • Data: Martedì, 04 Novembre 1975
  • Luogo: Colliano
  • Provincia: Salerno
  • Regione: Campania
  • Esecutore: Vito Fasano: voce e chitarra battente
  • Autore: Teatrogruppo di Salerno