Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Archivio Sonoro

Archivio Sonoro dell'Abruzzo

Ti trovi qui:Archivio Sonoro | Archivio Sonoro Abruzzo | Fondo Profeta | G. Campitelli | 03 L’Annunziata

03 L’Annunziata

  • Genere: Audio
  • Audio:

  • Descrizione:

    Il 25 maggio i cantori di Sant’Onofrio e Fontanelle eseguono il canto di questua dell’Annunziata. Di particolare interesse è il canto rituale di questua de l’Annunziata eseguito nei giorni che precedono il 25 marzo (l’Annunciazione). Nel rietino, in località Labro, il medesimo canto, conosciuto come Passione nuova, si ascolta il Venerdì Santo (Alberto M. Cirese ne colloca la provenienza a Spoleto). Il testo probabilmente deriva da una storia di stregoneria; il tema di bambini uccisi, cucinati ed offerti a tavola per vendetta o per altri motivi, è ricorrente nella letteratura dei fogli volanti e le sue radici sono antichissime e sicuramente precedenti alla tradizione popolare italiana (fino ai miti di Tieste e Medea, Seneca). L’Annunziata narra la tragica storia di una giovane sposa che, per effetto del sortilegio di una strega, si innamora di un altro giovane. Timorosa di esser tradita dal racconto della figlia di tre anni e di esser scoperta dal marito, la donna uccide la bambina. Il marito, con l’aiuto della Madonna dell’Annunziata, evita di mangiare il fegato della piccolina offertogli a cena dalla propria moglie; è il fegato stesso a rivelare all’uomo il tragico accadimento che si conclude con la punizione al rogo dell’infanticida e della strega.
    Il testo poetico è costruito su emistichi di quinari e senari piano tronchi. La melodia in tonalità maggiore presenta un ritmo binario.
    Una versione analoga, pubblicata da Carlo Di Silvestre (Maria, Gesù e i Santi, ed. Il passagallo, 2004) è stata eseguita a Sant’Onofrio nel 2004 da Claudio Dell’Elce (voce) di quarantasette anni di Villa Elce, Fiore Masciarelli (voce) di sessantanove anni e Lorenzo Pasquini (voce) di ventitre anni di Contrada Pasquini e Giuseppe Di Biase (fisarmonica) di cinquantanove di S. Onofrio.

    La registrazione è stata effettuata in data sconosciuta.

  • Durata: 11:03
  • Luogo: Sant'Onofrio
  • Provincia: Chieti
  • Regione: Abruzzo
  • Esecutore: Matteo Domenico (1923) contadino, Antonio Colanera di Sant’Onofrio (1921) contadino, Camillo Caporale di Fontanelle di Lanciano (1910) contadino: voce; accompagnamento dell'organetto diatonico
  • Autore: Gabriella Campitelli