Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Archivio Sonoro

Archivio Sonoro della Puglia

45 Stornelli alla Cegliese

  • Genere: Audio
  • Audio:

  • Descrizione:

    Stornelli sull'organetto eseguiti da Sante Arpino accompagnato al canto e alla castagnola da Antonio Zurlo.
    La registrazione è stata effettuata durante il primo incontro tra Sante e Antonio nella sua campagna dopo venti anni trascorsi senza mai vedersi. In questa occasione c'era un allegro clima di festa in cui i due vecchi amici ricordavano alcuni momenti della gioventù trascorsa insieme. 
    Quest'aria di stornelli è molto diffusa nella Puglia centro-meridionale, eseguita senza accompagnamento strumentale durante i lavori agricoli, o i tragitti per raggiungere il posto di lavoro, durante le serate conviviali con o senza accompagnamento strumentale; in entrambi i casi gli stornelli potevano fungere da mezzo di comunicazione tra diversi cantatori, vicini di casa o persone che lavoravano in campi contigui; la funzione comunicazionale e' intrinseca ai canti di tradizione orale, per cui il testo e il messaggio risultano inscindibili e mai casuali, e le modalità d'esecuzione sono funzionali e adattate alla circostanza. 
    Gli stornelli vengono tutt'ora eseguiti da uno o più cantatori che si alternano al canto adoperando diversi temi secondo le contingenze.
    I testi cantati hanno in genere come tema principale l'amore o lo sdegno verso la donna, o possono, come  spesso accade, riferirsi ironicamente alle doti musicali degli altri cantatori.
    Oltre a possedere un bagaglio estremamente ampio da cui attingere, i cantatori più esperti sono capaci di improvvisare utilizzando schemi narrativi condivisi, e cantare rispondendosi a vicenda, come si evince da questa registrazione in cui Sante Arpino si inserisce nel canto "rispondendo" ad Antonio.
    Conoscere un numero maggiore di testi, saper improvvisare e saperli eseguire in maniera eccellente è determinante per il prestigio sociale dei cantatori che spesso si sfidano tacitamente o palesemente. Cantare bene, in una società in cui il canto aveva un ruolo fondamentale nella vita quotidiana, era infatti una dote apprezzata e invidiata, motivo di orgoglio e ammirazione.

    Data: Settembre 2003

  • Durata: 03:40
  • Luogo: San Vito dei Normanni
  • Provincia: Brindisi
  • Regione: Puglia
  • Esecutore: Sante Arpino (Sanduddë dë pizzittinë): organetto a otto bassi e voce, Antonio Zurlo (Andonjë lu seggiarë): castagnola e voce
  • Autore: Giovanni Amati, Annamaria Bagorda