Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Archivio Sonoro

Archivio Sonoro della Campania

12 Tarantella di Carnevale

  • Genere: Audio
  • Audio:

  • Descrizione:

    I festeggiamenti del Carnevale a Montemarano (Avellino) sono contrassegnati da una tarantella processionale, danzata dai montemaranesi disposti su due file e condotti da un Pulcinella detto "capo di ballo". La parte coreutica è condotta da un complesso musicale composto da un suonatore di fisarmonica, da un clarinettista o da un suonatore di ciaramella, e da un tamburellista. A volte, nel corso del ballo, alcune persone cantano dei distici endecasillabi e ottonari su una melodia di modo maggiore che spazia nell’àmbito di sei suoni. L’impiego del clarinetto, che, a detta di alcuni informatori, risalirebbe alla prima metà del Novecento, offre possibilità melodiche e modulazioni armoniche, assolutamente precluse alla ciaramella. Per la disponibilità della fisarmonica alla modulazione, la struttura della tarantella assume carattere rapsodico, espresso dal clarinetto con formule melodiche a volte di modo maggiore a volte di modo minore, che spaziano in diverse tonalità. La struttura ritmica si articola in 4/4, con larga variabilità di suddivisioni binarie e irregolarmente ternarie che modificano sovente il tempo in 12/8. Al tamburello tocca l’onere di accentuare le frequenti sincopazioni e di esprimere l’ambivalenza ritmica oscillante tra figure di due crome o di terzine di crome. Il documento, relativo alla notte del martedì grasso, restituisce l’atmosfera euforica del Carnevale, in cui si mostrano le frequenti irruenze ritmiche e le reazioni dei danzatori, in special modo, nelle mutazioni di tonalità.

    Data: 1975

     

  • Durata: 09:28
  • Luogo: Montemarano
  • Provincia: Avellino
  • Regione: Campania
  • Autore: Roberto De Simone