Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Archivio Sonoro

Archivio Sonoro della Campania

08 Rappresentazione parte I - La Zeza

  • Genere: Audio
  • Audio:

  • Descrizione:

    Rappresentazione della Zeza registrata il 6 marzo 1973 a San Eustachio (frazione del comune di Mercato San Severino). L’esecuzione con sole voci maschili e senza alcun accompagnamento strumentale si caratterizza per il tipo di vocalità "a distesa" e molto melismatica, tipica di altri repertori vocali campani (fronnecanti a figliola, ecc.). L’unico che sembra differenziarsi è Don Nicola la cui parte è a tratti più declamata che cantata. Per il testo di quest’esecuzione si veda Carnevale si chiamava Vincenzo. Nella registrazione manca l’attacco iniziale che dovrebbe comunque essere E sentite signori miei. Una registrzione della "Zeza di San Potito", pubblicata nel volume di Roberto De Simone, Son sei sorelle (Squilibri, 2010), sembra essere proprio una parte di quella qui presentata (nel brano introdotto da De Simone manca una consistente parte iniziale).

  • Durata: 16:53
  • Data: Martedì, 06 Marzo 1973
  • Luogo: Sant’Eustachio
  • Provincia: Salerno
  • Regione: Campania
  • Esecutore: Pulcinella (Salvatore Salvati): voce, Zeza (Luigi Salvato): voce, il notaio Don Nicola (Raffaele Ferrentino): voce, Vicenzella (non identificato): voce maschile
  • Autore: Paolo Apolito