Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Archivio Sonoro

Archivio Sonoro della Campania

10 Le improvvisate di Pulcinella e del Notaio

  • Genere: Audio
  • Audio:

  • Descrizione:

    Documento sonoro registrato nella cittadina salernitana di Fisciano, uno dei comuni solitamente visitati dalla mascarata di Piazza di Pandola durante il periodo di carnevale. La registrazione contiene le 'mpruvvesate delle due maschere di Pulcinella e del Notaio, ovvero delle parti recitate o declamate che si fanno solitamente dopo il ballo che accompagna lo 'ntreccio e che sono poi seguite anche da diverse macchiette legate ai mestieri ('o castagnaro, 'o ricuttaro, 'o pisciaiuolo ecc.). Parte dei testi delle "improvvisate" documentate sono riportati nel volume Carnevale si chiamava Vincenzo, datati 11 febbraio 1975, e sembrano riferirsi proprio alle esecuzioni registrate a Fisciano. Sia nelle parti declamate da Pulcinella che dal Notaio ci sono diversi riferimenti a personaggi locali (ad esempio il sindaco e il vice sindaco di Fisciano) o a temi di attualità dell'epoca che avevano coinvolto le popolazioni dell'area (si parla di una forte gelata che c'era stata nel 1974 e che aveva rovinato la raccolta dei pomodori). Nella parte del Notaio viene ripresa anche una tipica strofetta monorima (con l’incipit "Grazie dell'accoglienza") diffusa a livello popolare, declamata dal personaggio del Don Nicola (il nome col quale si indica tradizionalmente la maschera del Notaio e che richiama alla mente anche l'omonimo personaggio della Canzone di Zeza), ripresa anche da Raffaele Viviani in una sua commedia teatrale (Osteria di campagna del 1918), dove appunto il Don Nicola si esibisce in una sua "improvvisata". I nomi degli interpreti delle due maschere di Piazza di Pandola sono desunti dal testo dell'esecuzione di Pulcinella che, dopo essersi presentato, in un passaggio del suo intervento esplicita nome del Notaio. Il documento sonoro ha inizio all’improvviso e s’interrompe in modo brusco, qualche verso prima della fine del testo trascritto integralmente in Carnevale si chiamava Vincenzo.

    Data: febbraio 1975

  • Durata: 10:36
  • Luogo: Piazza di Pandola (fraz. di Montoro Inferiore)
  • Provincia: Avellino
  • Regione: Campania
  • Esecutore: Pulcinella (Giuseppe Iacuzzi), il Notaio (Biagio Ascolese): voci
  • Autore: Paolo Apolito