Questo sito utilizza cookies, anche di terze parti. Per proseguire devi accettare la nostra policy cliccando su “Sì, accetto”.

Archivio Sonoro

Archivio Sonoro dell'Abruzzo

17 Sant'Antonio

  • Genere: Audio
  • Audio:

  • Descrizione:

    Nella vita contadina accanto alle occasioni ricreative e lavorative, quelle di fede e culto ricoprono la loro importanza non solo come momento di devozione, ma anche come fonte di sostentamento; mi riferisco alle questue: canti itineranti e a volte figurati, come il Sant’Antonio, che portavano allegria e la benedizione del santo di turno casa per casa, in cambio di generi alimentari vari.
    Il canto di questua è un esempio della duplice funzione devozionale e di ritorno economico. Molti di questi canti hanno anche riferimenti espliciti, nei testi, alle donazioni alimentari che si volevano ricevere.
    La rappresentazione del Sant’Antonio Abate ricorre il 17 gennaio e nel calendario agricolo apre il ciclo di carnevale, infatti, le rappresentazioni che possiamo ancora osservare in Abruzzo come in tutta l’Italia centro-meridonale evidenziano una genuina della tradizione burlesca tipica del periodo carnevalesco. Quindi la figura del santo anacoreta risulta interpretata dal gusto popolaresco rispetto a come ce la mostrano i motivi agiografici e religiosi.
    La rappresentazione del Sant’Antonio Abate è un rito tuttora presente sul territorio vibratiano, così come in diverse altre zone della regione e dell’Italia centro-meridonale in particolare.
    Il seguente canto di questua, che accompagna il rito è la versione tipica attestata nella Valle. Il brano, improntato ad un ritmo di 6/8 (derivato dall’antica metrica trocaica, molto usato nelle danze popolari campestri: saltarello, quadriglia e stornellate da ballo).
    La melodia è composta da due frasi distinte: A (antecedente) e B (conseguente), che svolgono i tradizionali ruoli di strofa e ritornello.

  • Durata: 02:47
  • Data: Lunedì, 13 Ottobre 2003
  • Luogo: Alba Adriatica
  • Provincia: Teramo
  • Regione: Abruzzo
  • Esecutore: Emidio Strozzieri: voce
  • Autore: Alessio Menzietti